Correre in spiaggia è senza dubbio qualcosa di stimolante ed energico, l'essenza dello sport che incontra la natura in una delle sue forme più affascinante, il mare.
La sensazione di pace che dà la vicinanza del mare è uno stimolo molto piacevole e può essere un incentivo per farsi una bella corsa.

Per prima cosa è importante ricordare che correre sulla sabbia è un altro paio di maniche rispetto a correre su strada.
Correre sulla sabbia asciutta è un ottimo allenamento propriocettivo perchè stimola e richiede un importante controllo della muscolatura che agisce sulle articolazioni per consentire la stabilizzazione in movimento.
E' particolarmente indicato per gli atleti che praticano sport stancanti e che prevedono molti cambi di direzione.

correre sabbia
Il consiglio per chi vuole iniziare a correre sulla sabbia è quello di preferire il bagnasciuga. Correre a piedi nudi può essere utile per rafforzare le articolazioni, in particolare le caviglie. 

I problemi della corsa a piedi scalzi sul bagnasciuga derivano da due fattori: il bagnasciuga è spesso una superficie inclinata che costringe a lavorare in modo asimmetrico sulle articolazioni, e nella sabbia potresti calpestare cocci di vetro oppure conchiglie, tagliandoti.
Non è di alcuna utilità correre con le calze perchè non ti proteggeranno dalle lesioni, anzi aumentano il rischio di incorrere in problemi di umidità ai piedi e conseguenti micosi o manifestazioni cutanee.
Le prestazioni non saranno paragonabili a quelle a cui siete abituati correndo sull'asfalto per cui non preoccupatevi e partite gradualmente.
Buona corsa a tutti!